Un modo molto sottovalutato per costruire capitale di carriera in Data Science

'Un modo sottovalutato per costruire una carriera in Data Science'

Scrivere online: è facile iniziare, ottimo per sviluppare competenze di comunicazione e più sostenibile di un tradizionale portfolio di data science

Immagine di davisuko su Unsplash

I portfolio e i profili LinkedIn ti porteranno solo fino a un certo punto nella tua carriera come Data Scientist.

Certo, LinkedIn è un ottimo modo per creare una rete professionale e i portfolio offrono un ottimo modo per mostrare le cose interessanti che hai fatto. Ma se nessuno clicca sul link del tuo portfolio o non vuoi diventare un “LinkedIn hustler”, i tuoi profili rimarranno lì a raccogliere polvere digitale e non ne trarrai alcun valore.

In questo articolo, voglio sostenere un’altra strategia complementare: scrivere online.

Fino a 3 mesi fa, non avevo mai scritto nulla per divertimento, e la maggior parte dei miei ricordi di scrittura erano negativi, provenienti dalla scuola e dagli esami. Quindi, se l’idea di scrivere online sembra pazzesca (o al di fuori della tua zona di comfort/interesse), capisco perfettamente da dove vieni. Ma dopo 3 mesi di questa pratica, sono diventato un grande sostenitore e, se mi dai 2 minuti, ti spiegherò come scrivere online può consentire ai Data Scientist di:

  • Sviluppare un forte brand personale
  • Creare connessioni significative con gli altri nella comunità della Data Science
  • Sviluppare le competenze spesso trascurate di narrazione e comunicazione
  • Mostrare le tue competenze in un formato condivisibile e gradito dai recruiter

Successivamente, condividerò alcune delle cose che mi hanno aiutato ad iniziare a scrivere e ti darò alcune idee su come puoi iniziare anche tu.

Se ti piace questa storia, mi farebbe molto piacere se cliccassi sul mio pulsante “Segui” – solo l’1% dei miei lettori lo fa! Grazie per la lettura.

I 4 vantaggi della scrittura online

1. La scrittura ti aiuta a sviluppare un forte brand professionale

Per la maggior parte della mia vita professionale nel campo dei dati, ho adottato un approccio piuttosto standard al branding professionale.

Ho creato un portfolio personale, ho mantenuto un profilo LinkedIn e occasionalmente ho pubblicato un risultato significativo della mia carriera.

Il problema di questo approccio è che i portfolio e i profili LinkedIn sono nascosti in un angolo oscuro di Internet. Nessuno può trovare le tue cose a meno che non le cerchi attivamente e non hai un vero e proprio meccanismo per ottenere feedback sul tuo lavoro.

Quando scrivi online, al contrario, puoi condividere il tuo lavoro con un pubblico più ampio e ottenere feedback molto utili su cose come il tempo di lettura e i tassi di lettura. Se perseveri, la scrittura è un modo fantastico per costruire un brand personale e diventare la persona di riferimento in un determinato settore.

Uno dei miei obiettivi, ad esempio, è cercare di diventare la persona di riferimento per quanto riguarda le carriere nella Data Science. Sarebbe molto difficile costruire quel tipo di brand di nicchia se mi basassi completamente su un portfolio personale o sulle occasionali pubblicazioni di LinkedIn, ma scrivendo su Nisoo, è facile creare quell’identità online.

E non prendere solo la mia parola per buona – guarda persone come Cassie Kozykrov, ad esempio. Cassie è la Chief Decision Scientist di Google, ed è una persona incredibilmente ispiratrice da seguire nel mondo dei dati. Scrivendo online, ha costruito un fantastico brand personale che ha fatto sì che anche persone come me, senza alcuna competenza, sapessero chi è. Oppure prendi Chris Albon, il Direttore di Machine Learning presso la Wikimedia Foundation, che ha probabilmente il profilo Twitter più divertente nel mondo dei dati. Chris ha costruito un fantastico brand personale attraverso anni di costruzione di una grande libreria, e può utilizzare quella piattaforma per condividere ottimi materiali didattici con persone provenienti da tutto il mondo.

2. Scrivere online ti aiuta a creare connessioni significative con gli altri del settore

Il secondo vantaggio della scrittura online è che è un ottimo modo per ampliare la tua rete e può essere un’alternativa molto più piacevole rispetto a qualcosa come LinkedIn.

Dopo anni di pubblicazioni su LinkedIn, ho notato che spesso c’è una discrepanza tra le persone che vedono i tuoi contenuti e le persone che vorresti che vedano i tuoi contenuti.

La maggior parte dei tuoi spettatori saranno i tuoi follower, ma a meno che tu non abbia già un pubblico molto attivo e coinvolto, è improbabile che tu abbia molti follower interessati. I tuoi follower tendono ad essere persone che già ti conoscono e, cosa ancora peggiore, la metà di loro probabilmente sono solo contatti parzialmente interessati. Accidenti, nella mia rete di LinkedIn ci sono persone con cui ho lavorato nel mio primo lavoro del sabato al negozio di giornali del quartiere. È bello essere in contatto, ma non c’è molto valore per entrambi nel condividere i miei pensieri sulla rivoluzione dell’IA.

Quando scrivi online, al contrario, sei in grado di condividere i tuoi pensieri con comunità molto mirate in modo molto più sostenibile e prezioso nel lungo termine.

Ad esempio, condivido la maggior parte dei miei articoli di Data Science su pubblicazioni come Towards Data Science e Towards AI. Sono in grado di mirare alle persone che sono nel mio campo specifico e non disturbo estranei con i miei ragionamenti sulle sfumature delle Reti Neurali Convoluzionali. Quando condivido questi ragionamenti su una piattaforma come Nisoo, riesco a far arrivare i miei contenuti alle persone che sono effettivamente interessate.

3. Scrivere ti aiuta a padroneggiare la comunicazione e la narrazione

Chiedi a qualsiasi recruiter di Data Science e ti dirà che è facile trovare qualcuno che sa cos’è un modello di ML non supervisionato. La cosa difficile è trovare qualcuno che possa spiegarlo in modo succinto agli stakeholder non tecnici altrove nell’azienda.

Mentre sviluppi la tua carriera in Data Science, è davvero importante sviluppare queste competenze di comunicazione e non concentrarsi esclusivamente sulle competenze tecniche. Certamente, quando stai iniziando, potresti passare la maggior parte del tempo a programmare e non fare molte presentazioni al di fuori delle riunioni interne del team. Ma se vuoi avanzare nella tua carriera, è assolutamente essenziale sviluppare forti competenze di narrazione e comunicazione. Ricorda: i Data Scientist senior e principali trascorrono molto più tempo a fare presentazioni che a programmare. Scrivere ti aiuta a fare questo perché sei costantemente impegnato a pensare a come esporre bene i tuoi punti e a dove ridurre le dettagli superflui.

4. I portfolio sono utili quando stai iniziando la tua carriera; la scrittura è più efficace per avanzare nella tua carriera nel lungo termine

Qualcosa che molti aspiranti Data Scientist potrebbero non capire è che i portfolio possono diventare rapidamente obsoleti.

Ricordo quando ho creato la prima versione del mio sito di portfolio, quando stavo finendo il mio master in Data Science poco meno di un anno fa. Era il momento di iniziare a cercare lavoro come Data Scientist e volevo un modo per mostrare alcuni dei progetti su cui avevo lavorato. Avevo sentito parlare dell’importanza di creare un portfolio online, così ho creato un semplice sito statico utilizzando GitHub pages e Jekyll.

Anche se questo portfolio è stato estremamente utile per ottenere i miei primi lavori, non appena ho iniziato a lavorare a tempo pieno come Data Scientist, ho scoperto che non avevo tempo (o inclinazione) di fare progetti di Data Science al di fuori dell’orario di lavoro. Gli datori di lavoro erano anche molto più interessati ai miei risultati sul lavoro che ai miei progetti personali e presto ho abbandonato il mio portfolio.

La scrittura online, al contrario, si è rivelata nella mia esperienza un modo molto più sostenibile per costruire capitale di carriera nel lungo termine.

Perché? In primo luogo, perché è veloce. Fare un progetto completo di Data Science richiede molto tempo, ma scrivere un rapido articolo di blog (come questo) può essere fatto in un’ora o due.

In secondo luogo, perché puoi scrivere su qualsiasi cosa tu voglia. Questo rende la scrittura una strategia molto sostenibile nel lungo termine per costruire capitale di carriera, perché puoi cambiare ciò di cui scrivi nel tempo. Quando sei “sul campo” e lavori come programmatore, puoi condividere consigli di programmazione o riassunti di progetti. Quando sei un po’ più in alto e passi la maggior parte del tempo a incontrare gli stakeholder o a elaborare strategie di squadra, puoi scrivere sulle grandi questioni. Indipendentemente dallo stadio della tua carriera in cui ti trovi, è molto facile condividere la tua scrittura online sia con i recruiter tecnici che con quelli non tecnici, e puoi dimostrare le tue competenze di comunicazione “nella vita reale” mostrando come scrivi.

Se non sei ancora convinto, considera questo: se l’ultimo anno di sviluppi nell’IA ci ha insegnato qualcosa, è che gli algoritmi e i linguaggi di programmazione possono cambiare, ma le competenze di narrazione saranno sempre necessarie. Tra 5 anni, mi aspetto che gli strumenti di IA significheranno che farò molto meno programmazione (o, almeno, la mia programmazione sarà molto più veloce). Ma sicuramente continuerò a raccontare storie con i dati, quindi sembra un buon investimento lavorare su questa competenza.

Come iniziare a scrivere

Se l’idea di scrivere online sembra spaventosa, non preoccuparti: provavo la stessa identica sensazione.

Poi, nel marzo 2023, ho preso coraggio e ho scritto il mio primo articolo su Nisoo. Ecco i “fai” e i “non fare” che mi hanno aiutato ad iniziare questo percorso.

Fai:

  1. Inizia con qualcosa di piccolo — Non devi scrivere qualcosa di rivoluzionario o super di nicchia. Il mio primo articolo era una riflessione personale sulla mia storia professionale, e il secondo era una guida su come raggruppare dati con SQL. Entrambi erano argomenti molto semplici, ma questo era in realtà un vantaggio perché non ci ha messo molto tempo a scriverli, rendendo molto facile “mettere in moto la palla”.
  2. Condividi le tue esperienze personali — Ci sono un sacco di guide di codifica là fuori, e sarà difficile distinguersi se il tuo scritto sembra una pagina di documentazione tecnica. Indipendentemente da ciò di cui stai scrivendo, cerca di mostrare ai lettori un punto di vista personale: se stai condividendo un suggerimento di codifica o una spiegazione teorica, come questo {tecnica/concetto} ti ha aiutato nel tuo lavoro/progetto personale? Quanto tempo ti è stato necessario per imparare? Hai qualche consiglio su come mettere in pratica i tuoi suggerimenti?
  3. Trova un ritmo che funzioni per te — Pubblico abbastanza regolarmente su Nisoo perché amo scrivere, ma non è l’unico modo per fare le cose. Molti grandi scrittori di Data Science pubblicano solo una volta al mese o una volta ogni pochi mesi. La chiave è trovare un ritmo che funzioni per te e attenersi ad esso.
  4. Scrivi su argomenti evergreen — Se scrivi guide di codifica o condividi storie personali, quei pezzi rimarranno utili per molto tempo dopo che li hai scritti. Anche se non decollano subito, stai investendo in un lungo termine di contenuti di qualità che saranno comunque preziosi se qualcuno li trova tra 2 anni.

Non fare:

  1. Non sentirti obbligato a essere un esperto — Anche se sei un principiante Data Scientist o un aspirante Data Scientist, posso garantirti che hai qualcosa di prezioso da condividere. Ai lettori non importa se hai un dottorato in Quantum Basket Weaving; si preoccupano solo se puoi aiutarli a risolvere il problema specifico che stanno affrontando. Il mio profilo personale è la prova del fatto che non devi essere un professionista o scrivere di argomenti complicati.
  2. Non preoccuparti di trovare una nicchia — Prenditi il tempo per sperimentare con argomenti diversi e lascia la ricerca di una nicchia a un secondo momento. Come consiglia spesso il YouTuber Ali Abdaal, inizia semplicemente “mettendo in moto la macchina”, poi concentrati nel “diventare bravo” e solo successivamente preoccupati di “diventare esperto”. Non limitare la tua immaginazione imponendoti limiti rigidi; permettiti di provare cose nuove e scopri cosa ti piace. Potresti anche stupirti!

Ecco fatto!

Grazie per aver letto. Spero che ti sia stato utile e non esitare a contattarmi se hai voglia di fare due chiacchiere 🙂

Un’altra cosa — potresti far parte del mio 1%?

Meno dell’1% dei miei lettori su Nisoo clicca sul mio pulsante “Segui”, quindi significa davvero molto quando lo fai, che sia qui su Nisoo, Twitter o LinkedIn.