La necessità urgente delle competenze GenAI nella gestione dei progetti

La necessità pressante delle competenze GenAI nella gestione dei progetti

Prendere il controllo delle sfide, navigare negli ostacoli e minimizzare i rischi: tutto ciò è fondamentale nelle conversazioni odierne sul futuro dell’IA generativa (GenAI). Questi concetti sono anche essenziali per il ruolo che i professionisti della gestione dei progetti svolgono da decenni.

Nonostante la loro familiarità quotidiana con queste problematiche, molti professionisti dei progetti potrebbero non essere preparati al modo in cui le loro organizzazioni utilizzeranno il GenAI o a come influenzerà specificamente il loro lavoro. Sebbene nessuno possa prevedere tutti i modi in cui il GenAI cambierà le operazioni e i processi aziendali, non vi è dubbio che questa tecnologia emergente aumenterà il ruolo di molti lavoratori del sapere, inclusi i professionisti dei progetti.

Il GenAI avrà un impatto significativo sull’anatomia del lavoro sui progetti. Dato il rapido ritmo di evoluzione e adozione del GenAI, c’è una crescente sensazione di urgenza per i professionisti dei progetti di sviluppare competenze legate all’IA, al fine di aumentare la produttività, l’efficienza e il successo dei progetti.

Per i project manager, il GenAI può svolgere attività onerose in diversi ambiti dei progetti, tra cui: generazione di report automatizzati, aggiornamento delle tempistiche, analisi dei dati, stime dei costi e altro ancora. I professionisti dei progetti che sapranno sfruttare il potere dell’IA libereranno alla fine il loro tempo per concentrarsi su attività di maggior valore che contribuiscono al successo del progetto. Di conseguenza, ciò consentirà loro di concentrarsi maggiormente sull’aggiunta di nuovi valori aziendali, sullo sviluppo delle proprie capacità di leadership e sull’innovazione per le loro organizzazioni, in linea con gli obiettivi aziendali.

La ricerca mostra che quest’anno le organizzazioni stanno aumentando notevolmente i loro investimenti nell’IA. I professionisti dei progetti che rimarranno all’avanguardia nel progresso delle tecnologie emergenti e contribuiranno all’adozione dell’IA all’interno delle loro organizzazioni si posizioneranno meglio per il successo della loro carriera.

Sviluppare competenze, diventare pronti per l’IA

Per sfruttare le numerose opportunità che l’IA può offrire, i professionisti dei progetti dovranno dare la priorità all’acquisizione di nuove competenze. La ricerca del PMI mostra che solo circa il 20% dei project manager dichiara di avere esperienza pratica ampia o buona con gli strumenti e le tecnologie dell’IA. E il 49% ha poca o nessuna esperienza o comprensione dell’IA nel contesto della gestione dei progetti. Questo è sconcertante se confrontato al fatto che l’82% dei dirigenti senior afferma che l’IA avrà un impatto almeno parziale sul modo in cui i progetti sono gestiti nella loro organizzazione nei prossimi cinque anni.

Utilizzare il GenAI per automatizzare, assistere e potenziare le proprie capacità di gestione dei progetti richiede nuove competenze e una nuova mentalità sul lavoro dei progetti. I professionisti dei progetti possono utilizzare il GenAI per migliorare le proprie competenze in tre aree principali del PMI Talent Triangle®: Modalità di Lavoro, Competenze di Potenza e Sapienza Aziendale.

Modalità di Lavoro. Questa dimensione si concentra sull’adozione del miglior approccio, pratiche, tecniche e strumenti per gestire con successo i progetti. Date le molte opportunità e il potenziale degli strumenti GenAI sia a livello individuale sia a livello organizzativo, è importante sfruttare i risultati migliorati che il GenAI può offrire ai project manager.

Pensate alle “modalità di lavoro” come a una catena di eventi e compiti per ottenere un risultato, in cui l’IA generativa può automatizzare, assistere o potenziare le competenze e capacità di gestione dei progetti. Aree specifiche in cui potete sfruttare il GenAI in questo contesto includono: pianificazione dei progetti, gestione del tempo e dei costi, gestione dei rischi, assistenza alla scrittura e alla lettura.

I project manager dovrebbero anche imparare la relazione fondamentale tra i dati e l’IA e familiarizzare con la strategia e le pratiche di gestione dei dati della propria organizzazione. Comprendendo come i dati alimentano questi strumenti, i project manager saranno in una posizione migliore per comprendere ed valutare gli output dell’IA. La competenza nella conoscenza dei dati consentirà anche ai project manager di modellare gli strumenti e i modelli specifici per i progetti — quelli che prevedono risultati, rischi, risorse, ecc. del progetto — in modo che forniscano previsioni e analisi più accurate per guidare le decisioni. Questa conoscenza aiuterà anche i project manager a identificare e risolvere i rischi che l’uso del GenAI può potenzialmente introdurre nel business.

Competenze di Potenza. Assicurare che i team abbiano solide competenze interpersonali, che chiamiamo “competenze di potenza”, permette loro di mantenere un’influenza su una varietà di stakeholder. Questo è un componente fondamentale per apportare cambiamenti e ottenere risultati di successo nei progetti.

La nostra Indagine sullo stato della professione ha identificato quattro competenze di potenza fondamentali che sono essenziali per aiutare le organizzazioni a trasformarsi e ottenere risultati sostenibili: pensiero strategico, risoluzione dei problemi, leadership collaborativa e comunicazione. Tutte queste sono caratteristiche umane che in qualche modo possono essere potenziate dall’IA. Ad esempio, i project manager possono contribuire in modo più strategico ai propri progetti e all’organizzazione applicando strumenti di IA a diversi aspetti dei loro affari, del settore e del mercato, per risolvere problemi in modo più efficace e veloce.

Ci sono quattro aree chiave in cui puoi fare leva sull’IA per potenziare le competenze:

  • Per incorporare il pensiero strategico
  • Migliorare la collaborazione
  • Risolvere i problemi più rapidamente
  • Migliorare la comunicazione.

Le competenze saranno ancora di più un vantaggio competitivo, determinando il successo o il fallimento di ogni progetto, poiché i miglioramenti di produttività dell’IA consentono di dedicare più tempo all’interazione umana. Le nostre ricerche, così come molti studi di piccola e grande scala negli ultimi due decenni, indicano costantemente i fattori umani tra le principali cause di fallimento dei progetti. Ricorda che gli algoritmi non possono guardare negli occhi nessuno, dire la verità al potere, rimanere fedeli all’etica o essere responsabili delle loro decisioni. I project manager possono fare tutte queste cose e altro, incluso l’interagire con gli esseri umani, esprimere empatia, adattarsi, creare soluzioni controintuitive, decidere nell’ambiguità, negoziare, gestire gli stakeholder, guidare e motivare. I project manager hanno competenze che non troveranno mai posto nelle macchine, non importa quanto intelligenti diventino.

Acume aziendale. I professionisti con acume aziendale comprendono le influenze macro e micro nella propria organizzazione e settore e possiedono conoscenze specifiche della funzione o del dominio per prendere buone decisioni. I professionisti a tutti i livelli devono essere in grado di coltivare una decisione efficace e capire come i loro progetti si allineano con l’immagine globale della strategia organizzativa e delle tendenze globali.

Immagina di voler avere una migliore prospettiva sui rischi a livello aziendale del tuo progetto o programma e sugli scenari più probabili che potresti affrontare se alcuni dei rischi si verificassero effettivamente. L’IA può aiutarti a ottenere informazioni preziose per preparare una completa analisi del rischio aziendale e valutazione dell’impatto a causa dei problemi del progetto. Ciò preparerà l’organizzazione con un piano di ripristino e per anticipare tutte le azioni di mitigazione prima che si verifichi un evento importante che colpisce l’organizzazione. I project manager possono iniziare a sfruttare le capacità di GenAI per l’analisi degli scenari, la generazione di informazioni e innovazioni, la valutazione delle implicazioni aziendali e le decisioni di pensiero sistemico.

L’uso di strumenti di intelligenza artificiale migliorerà l’acume aziendale in due modi. In primo luogo, occupandosi di attività noiose che richiedono tempo, libererà i project manager per dedicare più tempo alle influenze intraorganizzative, agli obiettivi e alle relazioni. In secondo luogo, GenAI può migliorare le capacità dei project manager nell’intuire le implicazioni strategiche del proprio lavoro, consentendo loro di praticare e contestualizzare le loro conversazioni con gli stakeholder di alto livello e prendere decisioni migliori sui loro progetti. La semplice presenza di questi strumenti può anche modificare i tipi di acume aziendale necessari per comprendere a fondo, rispetto a quelli raggiungibili tramite gli strumenti.

Ad esempio, l’IA generativa rende molto più facile per ogni project manager guardare a una situazione attraverso gli occhi di un esperto del settore (attraverso un prompt). Quindi, come i numeri di telefono individuali, le conoscenze generali sul settore possono essere meno importanti da conservare nel cervello umano. Tuttavia, i dettagli del vantaggio competitivo dell’organizzazione, della leva potenziale dei dati esistenti nell’ecosistema o dei nuovi dati generati dal tuo progetto saranno qualcosa da comprendere nel dettaglio.[1]

Le operazioni funzionali stanno diventando sempre più automatizzate e trasparenti. Anche questi processi abilitati dai software-as-a-service (SaaS) sono ben definiti nei set di dati generali. Anche qui, l’acume aziendale che ti distinguerà ha più a che fare con ciò che differenzia il modo in cui opera la tua organizzazione. Cosa la rende speciale, più efficiente, più efficace? Questo livello di comprensione ti aiuterà non solo a collegarti saldamente alla strategia con il tuo progetto, ma ti permetterà di assicurarti che tutti i collegamenti tra il progetto e l’organizzazione siano in atto per ottenere risultati adeguati.

Sei pronto a migliorare le competenze?

La conoscenza è un elemento critico per dare potere ai professionisti nel loro percorso verso l’IA. Puoi approfittare di una formazione specializzata per i project manager che ti aiuterà a navigare in questo nuovo panorama dei progetti abilitati da GenAI. Il Project Management Institute (PMI) ha recentemente pubblicato un corso di formazione introduttivo gratuito per contrastare l’ansia dell’adozione dell’IA e colmare il vuoto di conoscenza tra i professionisti dei progetti. Include casi d’uso pertinenti e consigli su come utilizzare GenAI specificamente per consegnare i progetti.

È evidente che l’IA migliorerà il modo in cui vengono consegnati i progetti, trasformando il ruolo dei project manager in leader di progetto. Ci saranno nuove sfide e rischi in arrivo, ma adottando una mentalità orientata all’IA e rimanendo curiosi sul potenziale di GenAI, i professionisti dei progetti saranno pronti a ottenere risultati di successo. L’apprendimento continuo è la chiave per navigare nella rivoluzione dell’IA e valorizzare il ruolo che i professionisti dei progetti svolgono in tutti i settori.

[1] Edelman, D.C., Abraham, M. (2023, 12 aprile). Generative AI cambierà la tua azienda. Ecco come adattarsi. Harvard Business Review. Disponibile su: https://hbr.org/2023/04/generative-ai-will-change-your-business-heres-how-to-adapt