Il turbolento weekend di Sam Altman da OpenAI a Microsoft

Il frenetico weekend di Sam Altman, da OpenAI a Microsoft

Venerdì, è trapelata la notizia che il consiglio di OpenAI ha licenziato il CEO Sam Altman senza preavviso. La mossa è stata improvvisa e inaspettata, sconvolgendo l’intera industria tecnologica. In un post sul blog OpenAI ha dichiarato: “L’allontanamento del signor Altman è stato preceduto da un processo di revisione deliberativo da parte del consiglio, che ha concluso che non è stato costantemente franco nelle sue comunicazioni con il consiglio, ostacolando la sua capacità di esercitare le proprie responsabilità”.

Il post prosegue dicendo: “Il consiglio non ha più fiducia nella sua capacità di continuare a guidare OpenAI”. Con Altman che si ritrova estromesso da OpenAI, ha ringraziato il team e ha accennato a fornire ulteriori dettagli in seguito:

Nel periodo tra sabato e lunedì mattina, sono circolate voci online sul prossimo passo di Altman e sul motivo del suo improvviso licenziamento. Una voce dal The Verge afferma che il consiglio di OpenAI avrebbe addirittura discusso di riportare Altman indietro solo un giorno dopo la sua rimozione.

Anche se sembrava che all’inizio della settimana il cambiamento si sarebbe invertito, quando è arrivato lunedì, non è stato il caso. Infatti, all’inizio della settimana, Microsoft ha annunciato di aver assunto non solo Sam Altman, ma anche Greg Brockman per guidare un nuovo team di ricerca avanzata sull’IA.

Questo annuncio è stato fatto dall’account personale X di Satya Nadella, CEO di Microsoft. Ha anche rinnovato il suo impegno nella partnership tra Microsoft e OpenAI:

In risposta su X, Altman ha semplicemente affermato che “la missione continua”. Nadella ha continuato rispondendo ad Altman. Nel suo messaggio, ha accennato al nuovo ruolo di Altman nell’azienda, menzionando parte di esso: “Negli anni abbiamo imparato molto su come dare ai fondatori e agli innovatori spazio per costruire identità e culture indipendenti all’interno di Microsoft, tra cui GitHub, Mojang Studios e LinkedIn, e non vedo l’ora che tu faccia lo stesso”.

Anche Greg Brockman, ha risposto al tweet affermando che alcuni talenti chiave di OpenAI si uniranno a loro in Microsoft. Nel tweet ha nominato Jakub Pachocki, direttore delle ricerche di OpenAI, lo scienziato delle ricerche di OpenAI Szymon Sidor e il responsabile della preparazione Aleksander Madry che lavoreranno con loro in Microsoft.

Tutto questo accade mentre Emily Chang di Bloomberg ha intervistato il CEO di Microsoft Satya Nadella lunedì. In un post su LinkedIn, l’ospite di Bloomberg Originals ha dichiarato: “Non riesco a capire cosa abbia fatto Sam Altman di sbagliato per essere stato licenziato da OpenAI e Satya non dà alcun segno di conoscere qualcosa di scorretto. Inoltre, gli indica chiaramente l’intenzione di voler reintegrare Altman”.

Finora quello che sta succedendo nel backstage con tutti i protagonisti è solo materia di congetture. Ma il fatto che in settanta ore Altman sia passato da guida di OpenAI ad essere assunto come CEO da Microsoft mostra che le cose si stanno muovendo velocemente nel mondo dell’IA.

Puoi guardare l’intervista qui sotto: