Jupyter X Hugging Face

'Jupyter X Hugging Face'

Siamo entusiasti di annunciare un miglioramento del supporto per i notebook Jupyter ospitati su Hugging Face Hub!

Dall’essere una risorsa essenziale per l’apprendimento all’essere uno strumento chiave utilizzato per lo sviluppo di modelli, i notebook Jupyter sono diventati un componente fondamentale in molte aree dell’apprendimento automatico. La natura interattiva e visuale dei notebook consente di ottenere rapidamente un feedback durante lo sviluppo di modelli, set di dati e dimostrazioni. Per molti, il primo approccio all’addestramento di modelli di apprendimento automatico avviene tramite un notebook Jupyter, e molti professionisti utilizzano i notebook come strumento critico per sviluppare e comunicare il proprio lavoro.

Hugging Face è una piattaforma collaborativa di apprendimento automatico in cui la comunità ha condiviso oltre 150.000 modelli, 25.000 set di dati e 30.000 app di apprendimento automatico. L’Hub dispone di strumenti di versionamento per modelli e set di dati, comprese le schede dei modelli e le librerie lato client per automatizzare il processo di versionamento. Tuttavia, includere solo una scheda del modello con gli iperparametri non è sufficiente per garantire la migliore riproducibilità; qui entrano in gioco i notebook. Oltre a questi modelli, set di dati e dimostrazioni, l’Hub ospita oltre 7.000 notebook. Questi notebook documentano spesso il processo di sviluppo di un modello o un set di dati e possono fornire indicazioni e tutorial su come gli altri possono utilizzare queste risorse. Siamo quindi entusiasti del nostro miglior supporto per l’hosting di notebook sull’Hub.

Cosa abbiamo cambiato?

Sottostante, i file dei notebook Jupyter (di solito con estensione ipynb) sono file JSON. Sebbene sia possibile visualizzare direttamente questi file, non è un formato pensato per essere letto dagli esseri umani. Abbiamo ora aggiunto il supporto per la visualizzazione dei notebook ospitati sull’Hub. Ciò significa che i notebook saranno ora visualizzati in un formato leggibile dall’uomo.

Prima e dopo la visualizzazione dei notebook ospitati sull'hub.

Perché siamo entusiasti di ospitare più notebook sull’Hub?

  • I notebook aiutano a documentare come le persone possono utilizzare i tuoi modelli e set di dati; condividere notebook nello stesso posto dei modelli e set di dati rende più semplice per gli altri utilizzare le risorse che hai creato e condiviso sull’Hub.
  • Molte persone utilizzano l’Hub per sviluppare un portfolio di apprendimento automatico. Ora puoi integrare questo portfolio anche con i notebook Jupyter.
  • Supporto per l’apertura diretta con un solo clic dei notebook ospitati sull’Hub in Google Colab, rendendo i notebook sull’Hub un’esperienza ancora più potente. Stai attento per futuri annunci!