Ion-Alexandru Secara, Co-Fondatore e CTO di Zen – Serie di interviste

Ion-Alexandru Secara, Co-Fondatore e CTO di Zen - Interviste

In qualità di Co-Fondatore e CTO di Zen (PostureHealth Inc.), Ion-Alexandru Secara guida lo sviluppo di software innovativi per la correzione della postura, ridefinendo il modo in cui le persone monitorano e migliorano il loro benessere mentre lavorano davanti ai computer. La sua passione per risolvere il problema personale della cattiva postura ha portato alla creazione di Zen, un’applicazione rivoluzionaria che utilizza l’intelligenza artificiale per avvisare delicatamente gli utenti quando si piegano e ricordare loro di fare pause per allungarsi e alzarsi.

Il percorso di Ion-Alexandru come imprenditore è radicato in un profondo impegno nel migliorare la vita delle persone attraverso tecnologie innovative. Con il software di correzione della postura di Zen che coinvolge sia le aziende che i consumatori individuali, la leadership visionaria di Ion-Alexandru sta spingendo l’azienda avanti nel panorama del benessere e della tecnologia.

Cosa ti ha inizialmente attratto nell’informatica?

Ciò che mi ha inizialmente attratto nell’informatica è il potenziale illimitato per la creatività e la risoluzione dei problemi che offre. Fin da giovane, ero attratto dalla tecnologia e dall’idea di usarla per sviluppare soluzioni innovative. L’informatica ha fornito la piattaforma perfetta per trasformare le idee in realtà e sono rimasto affascinato dalle infinite possibilità che offriva. La possibilità di creare software e applicazioni in grado di avere un impatto positivo sulla vita delle persone mi ha entusiasmato molto. Man mano che mi sono addentrato nel campo, ho capito che l’informatica offre anche un ambiente dinamico e in continua evoluzione, in cui posso imparare e mettermi alla prova continuamente. La combinazione di creatività, risoluzione dei problemi e crescita continua è ciò che ha scatenato la mia passione per l’informatica e mi ha guidato nel mio percorso come imprenditore e CTO presso Zen (PostureHealth Inc.).

Attualmente sei Co-Fondatore e CTO di Zen, quali sono le tue responsabilità e come si svolge una giornata tipo per te?

In qualità di Co-Fondatore e CTO di Zen, le mie responsabilità sono molteplici e ruotano attorno alla guida degli aspetti tecnici dell’azienda. Uno dei miei principali compiti è guidare lo sviluppo e l’innovazione del software di correzione della postura di Zen. Oltre allo sviluppo tecnologico, guido anche il team di crescita di Zen, che unisce gli sforzi dei nostri team di marketing, prodotto e tecnologia per sviluppare idee di esperimenti che possono essere implementate nel nostro business.

Come Co-Fondatore, sono coinvolto anche nelle decisioni strategiche, lavorando a stretto contatto con il mio co-fondatore, Daniel James, per stabilire obiettivi e definire la visione dell’azienda. Collaborando con i team di marketing e sviluppo aziendale, miriamo ad ampliare la nostra base di clienti ed esplorare nuove opportunità di crescita.

Per quanto riguarda una giornata tipo, di solito inizio revisionando gli aggiornamenti sul progresso del nostro team di sviluppo e poi passo il resto della giornata a programmare insieme. Il giovedì, trascorro la maggior parte del giorno raccogliendo analisi degli utenti e compilando un rapporto a cui il team di Zen può accedere, e il venerdì, guido la riunione di crescita in cui analizziamo idee di esperimenti che possiamo implementare e pianifichiamo la prossima settimana. Diverse volte alla settimana, partecipo anche a chiamate con i clienti per conoscere la loro esperienza con Zen e capire come possiamo offrire loro maggior valore.

Puoi spiegare come l’app per computer utilizza l’IA per valutare la postura degli utenti utilizzando la webcam?

L’applicazione per computer che abbiamo sviluppato in Zen utilizza algoritmi di intelligenza artificiale, principalmente visione artificiale e modelli matematici complessi, per valutare in tempo reale la postura degli utenti tramite la webcam del loro computer.

Quando un utente si siede di fronte al computer, l’applicazione analizza il flusso video proveniente dalla webcam per identificare punti chiave e indicatori sul corpo dell’utente, come la posizione della testa, delle spalle, della colonna vertebrale e dei fianchi. L’applicazione identifica un totale di 18 punti sul corpo degli utenti. Questi punti vengono quindi analizzati rispetto alla postura sana di base degli utenti. L’applicazione avvisa delicatamente l’utente ogni volta che adotta una postura scorretta, ricordandogli di correggerla per evitare tensioni inutili sul corpo.

Quali sono state le ragioni alla base dello sviluppo di un’app per dispositivi mobili, considerando che Zen aveva già un’app per computer?

Lo sviluppo di un’app per dispositivi mobili è stata una progressione naturale per Zen perché volevamo estendere i benefici della correzione della postura al di là dell’ambiente del computer. Sebbene la nostra app per computer offrisse un valore significativo agli utenti durante le ore di lavoro, abbiamo riconosciuto che mantenere una buona postura è essenziale anche quando le persone non sono di fronte al computer. Espandendo la nostra piattaforma per includere un’app per dispositivi mobili, offriamo agli utenti maggiore flessibilità e accessibilità. Possono ora utilizzare Zen in modo fluido su qualsiasi piattaforma, che sia un computer o un dispositivo mobile, senza compromettere la qualità ed efficacia dell’esperienza di correzione della postura.

In particolare, una caratteristica interessante dell’app per dispositivi mobili è la sua integrazione con AirPods. Utilizzando i sensori audio spaziali degli AirPods, l’app per dispositivi mobili di Zen può valutare con precisione la postura degli utenti quando utilizzano gli AirPods. I nostri utenti possono ora ricevere gli stessi benefici dell’app per computer, ovunque si trovino.

Come pensi che l’IA generativa influenzerà un’azienda come Zen?

L’IA generativa ha un potenziale immenso per rivoluzionare un’azienda come Zen, soprattutto nel campo della correzione posturale e del benessere. Come imprenditore e tecnologo, sono estremamente entusiasta delle possibilità che l’IA generativa porta alla nostra app e del suo impatto sul benessere dei nostri utenti.

Dato che siamo un’azienda tecnologica, posso dire che il nostro team di ingegneria già utilizza GitHub Copilot per rendere lo sviluppo del prodotto più veloce. Ho iniziato anche a utilizzare algoritmi LLM per analizzare grandi quantità di dati in modo da identificare tendenze e pattern più rapidamente, senza dover passare ore su compiti ripetitivi di analisi dei dati.

Inoltre, l’IA generativa può contribuire all’espansione del nostro database di dati posturali. Generando posture simulate realistiche, possiamo aumentare i dati di addestramento disponibili per i nostri algoritmi di intelligenza artificiale, ottenendo una valutazione e raccomandazioni di correzione posturale ancora più accurate. Questo miglioramento continuo della qualità dei dati rafforzerà le capacità di Zen nel fornire feedback in tempo reale agli utenti, indipendentemente dalla loro posizione o dispositivo.

Abbracciare l’IA generativa si allinea con il nostro impegno a rimanere all’avanguardia della tecnologia e a offrire le migliori soluzioni possibili per il benessere e la salute dei nostri utenti.

Grazie per le ottime risposte, i lettori che desiderano saperne di più possono visitare Zen.