GPT-4 ha perso questa battaglia 449 a 28

GPT-4 lost this battle 449 to 28

Dopo il GDPR, l’impegno dell’Europa per un’IA sicura e trasparente cambierà significativamente il panorama del LLM.

Fonte: Stanford.edu

Negli ultimi 2-3 anni abbiamo visto lo sviluppo di modelli di base da parte di varie aziende, dai nuovi arrivati OpenAI e Cohere, ai giganti come Google e Meta. Questi modelli hanno dimostrato una notevole capacità di trasformare la società. I casi d’uso applicati di questi modelli sono in aumento, si stanno sviluppando modelli più raffinati e la distribuzione di questi modelli è in crescita.

Per citare un post del blog di AI centrata sull’essere umano di Stanford –

Il Claude di Anthropic ora alimenta Notion AI e il motore di ricerca DuckDuckGo, mentre il GPT-4 di OpenAI è alla base delle offerte di Morgan Stanley, Khan Academy, Duolingo e Stripe. OpenAI ha annunciato i dettagli del rilascio degli sforzi in corso con il governo dell’Islanda per la conservazione delle lingue. Nel frattempo, il forum Q&A online Quora ha rilasciato Poe, un servizio di chatbot che offre sia modelli di Anthropic che OpenAI sul backend. Infine, sia Google che Microsoft hanno pubblicato piani per distribuire ampiamente modelli di base in molti dei loro prodotti iconici, da Google Slides a Microsoft Word.

Man mano che la comprensione dei sistemi di intelligenza artificiale e dei loro metodi di raccolta e elaborazione dei dati si estende, aumentano le preoccupazioni per la trasparenza. Dall’utilizzo dei dati, all’architettura (GPT-4) che nasconde i dettagli sulla dimensione del modello, l’hardware, il tempo e il calcolo necessari, i metodi di addestramento o qualsiasi altra specifica tecnica.

Si è sviluppata anche un’altra tendenza e c’è un’enorme afflusso di finanziamenti. Cominciamo con l’investimento di Microsoft di 10 miliardi di dollari nell’open source OpenAI; Google che investe 300 milioni di dollari in Anthropic, Adept AI, Character AI e Salesforce AI che investe un quarto di miliardo di dollari ciascuno sulle proprie ambizioni di intelligenza artificiale, hanno creato una corsa all’oro.

Tutta questa attenzione dall’industria finanziaria, l’interesse del pubblico in generale e un senso di urgenza nel recuperare il ritardo hanno spinto gli enti legislativi a mettersi in moto. Finalmente, il legislatore sente di aver ascoltato la richiesta di definire politiche per stabilire determinati parametri attraverso i quali possiamo: 1. Valutare i modelli in modo standard 2. Proteggere la privacy dei cittadini 3. Evitare un uso improprio della tecnologia. Per dirla schiettamente, le cose si sono evolute davvero rapidamente…