Premio Gordon Bell assegnato per simulazioni di materiali che raggiungono l’accuratezza quantistica su larga scala

Il Premio Gordon Bell assegnato alle simulazioni di materiali che raggiungono l'accuratezza quantistica su larga scala

Il Premio ACM Gordon Bell monitora i progressi del calcolo parallelo e premia l'innovazione nell'applicazione del calcolo ad alte prestazioni alle sfide in campo scientifico, ingegneristico e di analisi dei dati su larga scala. ¶ Credito: Association of Computing Machinery

Un team di ricercatori proveniente da istituzioni statunitensi e indiane ha ricevuto il Premio ACM Gordon Bell 2023 per un framework di simulazione dei materiali che combina l’accuratezza fornita dai metodi Quantum Many-Body (QMB) con l’efficienza della Density-Functional Theory (DFT).

Il team ha proposto tre moduli interconnessi per il loro nuovo metodo.

Uno di essi è un progresso metodologico nell’inversa della DFT (invDFT) che collega i metodi QMB alla DFT.

Il secondo modulo è una funzione di densità appresa dall’apprendimento automatico addestrata con dati invDFT, in linea con l’accuratezza quantistica, che hanno chiamato MLXC.

Il terzo modulo è un’implementazione DFT basata su elementi finiti spettrali di ordine superiore adattiva che integra MLXC con strategie di soluzione efficienti e innovazioni nel campo dell’algebra lineare, degli algoritmi a precisione mista e del calcolo-comunicazione asincrono.

Il premio è stato presentato alla Conferenza Internazionale sull’Elaborazione ad Alto Rendimento, Networking, Archiviazione e Analisi (SC23). Da parte dell’Association for Computing Machinery Visualizza l’articolo completo

Abstract Copyright © 2023 SmithBucklin, Washington, D.C., USA