La Fashionista AI di Google Prova i vestiti virtualmente

Google's Fashionista AI tries on clothes virtually.

Google ha presentato la sua ultima innovazione nel mondo della moda e della tecnologia: una funzione cutting-edge di prova virtuale (VTO) per l’abbigliamento. Questo strumento innovativo utilizza l’intelligenza artificiale (AI) per fornire agli utenti una visualizzazione realistica di come i vestiti apparirebbero su modelli con diverse forme e dimensioni del corpo. Simula persino elementi cruciali come la drappeggiatura, la piegatura, l’aderenza, lo stretching e le pieghe. Il modello AI generativo sviluppato dai ricercatori di Google per lo shopping AI sta spingendo i confini della moda virtuale. Approfondiamo questo sviluppo emozionante ed esploriamo come trasforma il modo in cui facciamo shopping per l’abbigliamento online.

Rivoluzionare la Prova Virtuale: un’occhiata più approfondita alla scoperta di Google

Google ha interrotto il mondo della prova virtuale introducendo una funzione che stabilisce un nuovo standard per il realismo. Con questo strumento di prova virtuale, gli utenti possono ora immaginare come gli abiti apparirebbero su modelli reali, rappresentando accuratamente varie forme e dimensioni del corpo. Concentrandosi sui dettagli essenziali di come i vestiti drappeggiano, si piegano, si attaccano, si allungano e si pieghettano, i ricercatori di shopping AI di Google hanno sviluppato un modello AI generativo che offre un’esperienza di shopping virtuale senza precedenti.

Leggi anche: Instacart rivoluziona lo shopping con la ricerca alimentata dall’AI: incontra Ask Instacart

Evolvere Oltre “L’ignoranza”: Superare le Limitazioni delle Tecniche Attuali

La prova virtuale è arrivata molto lontano dalla sua popolare rappresentazione nel film “L’ignoranza”. Le tecniche precedenti si basavano sulla deformazione geometrica per adattare le immagini dei vestiti alle sagome, spesso risultando in apparenze deformate e innaturali. Questi metodi non sono riusciti ad adattare i vestiti al corpo e spesso hanno presentato difetti visivi come pieghe fuori posto. La nuova funzione di prova virtuale di Google mira a superare queste limitazioni generando immagini di alta qualità e realistiche di abiti da zero.

Dal Pixel alla Perfezione: il Potere dei Modelli di IA Basati sulla Diffusione

Per raggiungere un realismo senza pari, i ricercatori di Google hanno abbracciato i modelli di IA basati sulla diffusione. La diffusione consiste nell’aggiungere gradualmente pixel extra (o “rumore”) a un’immagine fino a renderla irriconoscibile e quindi rimuovere il rumore per ricostruire l’immagine originale in modo impeccabile. Incorporando la diffusione nel loro modello di IA, la funzione di prova virtuale di Google genera immagini realistiche di persone che indossano abiti.

Per saperne di più: unisciti a noi per un’esperienza di apprendimento straordinaria e sblocca il mondo illimitato della generativa IA con i modelli di diffusione nel nostro prossimo workshop al DataHack Summit 2023.

La Sfida della Visualizzazione della Vestibilità dei Vestiti: Combinare l’Adattamento di Posa e Forma

Una sfida critica nella prova virtuale è la visualizzazione accurata di come un vestito si adatti a un individuo, considerando significative variazioni di posa e forma. I metodi precedenti si sono concentrati sulla conservazione dei dettagli dell’abbigliamento senza adattarsi alle variazioni di posa e forma o hanno permesso la prova con posa e forma desiderate ma mancavano dei dettagli dell’abbigliamento. La soluzione di Google combina la conservazione avanzata dei dettagli dell’abbigliamento con una variazione efficace di posa e forma, risultando in visualizzazioni precise e realistiche.

La Scienza Che C’è Dietro: Comprendere la Diffusione nei Modelli di Testo-Immagine

Per comprendere il funzionamento interno del modello di IA di Google, è essenziale comprendere il concetto di diffusione. Nei modelli di testo-immagine come Imagen, la diffusione consiste nell’aggiungere gradualmente rumore a un’immagine fino a renderla irriconoscibile e quindi rimuovere il rumore per ricostruire l’immagine originale. Combinate con un grande modello di linguaggio (LLM), questo processo genera immagini realistiche basate esclusivamente sull’input di testo.

Leggi anche: Nextech3D.ai sviluppa IA generativa che converte il testo in modelli 3D

Svelare un Nuovo Approccio: Diffusione Basata sull’Immagine con Attenzione Incrociata

Prendendo ispirazione da Imagen, i ricercatori di Google hanno adottato la diffusione per la prova virtuale ma con una variante. Invece di usare l’input di testo, hanno incorporato una coppia di immagini – un’immagine di un capo di abbigliamento e un’immagine di una persona – nel processo di diffusione. Entrambe le immagini interagiscono tra loro attraverso una rete neurale, utilizzando una tecnica chiamata “attenzione incrociata”. Questa nuova combinazione di diffusione basata sull’immagine e attenzione incrociata forma la base del modello di IA di Google per la prova virtuale.

Sfruttare la Potenza dei Dati: il Graph dello Shopping di Google Entra in Gioco

Per garantire che la funzione di prova virtuale sia utile e realistica quanto possibile, i ricercatori di Google hanno addestrato il loro modello di intelligenza artificiale utilizzando l’immensa quantità di dati disponibili attraverso il Shopping Graph di Google. Questo completo dataset comprende gli ultimi prodotti, venditori, marchi, recensioni e inventario, fornendo una quantità di informazioni per migliorare l’accuratezza e la qualità dell’esperienza di prova virtuale.

Inoltre: SQL Powers per rivelare informazioni sull’e-commerce brasiliano

Maestria nel realismo: formazione rigorosa con milioni di coppie di immagini

Il modello di intelligenza artificiale di Google è stato sottoposto ad un rigoroso addestramento per padroneggiare l’arte di generare visualizzazioni realistiche di abbigliamento. Utilizzando milioni di coppie di immagini che raffiguravano persone che indossavano abiti in varie pose, il modello di intelligenza artificiale ha imparato ad abbinare le forme degli abiti con diverse pose del corpo. Questo esteso processo di formazione permette al modello di intelligenza artificiale di generare immagini altamente realistiche di abbigliamento su diversi modelli da diverse angolazioni.

Una nuova era di esplorazione della moda: prova virtuale disponibile ora

A partire da oggi, gli appassionati di moda possono sperimentare la funzione di prova virtuale per top da donna di rinomati marchi attraverso il Shopping Graph di Google. Marchi come Anthropologie, LOFT, H&M e Everlane fanno parte di questo entusiasmante lancio. La funzione di prova virtuale promette di rivoluzionare il modo in cui gli utenti esplorano le scelte di moda online, offrendo un’esperienza interattiva e immersiva.

Intraprendendo il viaggio della moda: top da donna dei migliori marchi

Con la funzione di prova virtuale di Google, gli utenti possono ora visualizzare senza sforzo i top da donna di una serie di marchi popolari. Che si tratti di esplorare i design eclettici di Anthropologie, la versatile collezione di LOFT, la moda innovativa di H&M o gli stili sostenibili di Everlane, gli utenti possono ora vedere come questi capi d’abbigliamento si adattano a modelli con diverse forme e dimensioni del corpo.

Il futuro della prova virtuale: miglioramenti e ampliamenti del marchio

La funzione di prova virtuale di Google è solo l’inizio. Man mano che la tecnologia evolve e migliora, lo strumento diventerà ancora più preciso ed espanderà la sua selezione di marchi preferiti dagli utenti. Il futuro promette eccitanti miglioramenti e ampliamenti del marchio, dando agli appassionati di moda il potere di provare virtualmente i vestiti come mai prima d’ora.

Per saperne di più: The DataHour: Data Science in Retail

Il nostro parere

La linea tra le esperienze di acquisto online e offline si confonde con la funzione di prova virtuale di Google. Questa notevole innovazione, alimentata da avanzati modelli di intelligenza artificiale e una grande quantità di dati, rivoluziona il modo in cui esploriamo le scelte di moda. Ha anche il potenziale per influenzare il modo in cui prendiamo decisioni d’acquisto informate. La prova virtuale diventerà sempre più realistica e accessibile negli anni a venire. Con tali avanzamenti, il futuro della moda online è destinato a diventare più immersivo, interattivo e adattato alle preferenze individuali.