Equalizzazione dell’istogramma una guida passo passo (06)

Equalizzazione istogramma guida passo passo (06)

Equalizzazione dell’istogramma dell’immagine in dettaglio

Immagine originale di Dan Fador da Pixabay (L'immagine in alto a sinistra è l'immagine principale e l'immagine in basso a sinistra è la versione in scala di grigi dell'immagine. Le immagini a destra sono il risultato dell'equalizzazione dell'istogramma)

Motivazione

L’istogramma è il processo di rappresentazione visiva della distribuzione di frequenza con un grafico a barre. Nella visione computazionale, un istogramma dell’immagine è il processo di rappresentazione della frequenza dei valori di intensità con un grafico a barre. Con l’equalizzazione dell’istogramma dell’immagine, possiamo facilmente regolare la distribuzione dei valori di frequenza delle intensità dell’immagine. In generale, il processo ci aiuta ad aumentare il contrasto e la luminosità di un’immagine. Il processo è semplice e facile da implementare. Questo articolo discuterà l’intero processo di equalizzazione dell’istogramma insieme a esempi di codice.

Indice

  1. Istogramma dell'immagine
  2. Processo completo di equalizzazione dell'istogramma
  3. Implementazione pratica passo passo

Istogramma dell’immagine

L’istogramma dell’immagine è la rappresentazione della frequenza dei valori di intensità dell’immagine con un grafico a barre. Nella Figura -1, ho mostrato un’immagine di esempio con i suoi valori di intensità in uno spazio 2D.

I valori vanno da 0 a 7. Calcoliamo la frequenza dei valori.

Un istogramma dell’immagine è una semplice rappresentazione della frequenza in funzione del valore di intensità con un grafico a barre, come mostrato nella Figura-3.

Figura-3: Istogramma dell'immagine (Immagine dell'autore)

Processo completo di equalizzazione dell’istogramma

L’equalizzazione dell’istogramma è il processo di distribuzione uniforme della frequenza dei valori di intensità dell’immagine con l’aiuto di alcune funzioni. Principalmente le funzioni sono la funzione di probabilità – PDF (Funzione di densità di probabilità) e CDF (Funzione di distribuzione cumulativa).

  • PDF viene calcolato con la frequenza di un valore di intensità diviso per la frequenza totale.
  • CDF contiene la probabilità di una distribuzione di probabilità inferiore o uguale a un determinato valore. Ad esempio, la PDF del valore di intensità 0 → 0.12, 1 → 0.24, 2 → 0.12, ecc. Quindi, CDF per 1 è 0.12+0.24 = 0.36, 2 è 0.36+ 0.12=0.48, e così via. L’intero risultato è…