HLTH 2023 Portare l’intelligenza artificiale alla salute in modo responsabile

Portare l'intelligenza artificiale alla salute in modo responsabile HLTH 2023

La salute è uno sport di squadra, così come lo è l’AI. Nessuna persona e nessuna azienda potranno cambiare da sole il settore sanitario. Ecco perché i nostri sforzi in Google per migliorare la salute di miliardi di persone in tutto il mondo si concentrano sulla partnership. Quando lavoriamo insieme, possiamo fare di più, andare più veloci e risolvere le giuste sfide per le persone e le organizzazioni.

È anche per questo motivo che questa settimana Google Health partecipa a HLTH, un importante evento del settore che riunisce più di 10.000 persone provenienti da tutto il settore per esaminare come possiamo costruire insieme un futuro più sano per tutti. Quest’anno, tutti parlano di AI. E sebbene sappiamo che la tecnologia non risolverà molti dei problemi nel settore sanitario, sappiamo anche che l’AI è la tecnologia più profonda su cui stiamo lavorando in questo momento. È stata al centro delle mie conversazioni con i direttori medici, i CEO del settore sanitario e i consigli di amministrazione in tutto il paese nelle ultime settimane, ed è al centro delle attenzioni di HLTH questa settimana.

Ma il nostro lavoro nell’AI non è nuovo.

Abbiamo utilizzato questa tecnologia nei nostri prodotti da anni: dalla garanzia che le centinaia di milioni di persone che si rivolgono a Google con domande di salute ogni giorno trovino informazioni sanitarie di alta qualità, all’aiutare le persone a monitorare il ritmo cardiaco sul proprio orologio o la frequenza respiratoria sul proprio telefono. Abbiamo lavorato con partner come l’OMS per fornire informazioni sanitarie credibili a milioni. E i nostri team di ricerca hanno compiuto rapidi progressi nella costruzione di modelli linguistici di grandi dimensioni con un’ottica medica, come Med-PaLM e Med-PaLM 2, che hanno raggiunto un livello di competenza pari a quello degli esperti su domande come quelle presenti negli esami di abilitazione medica, e AI medica multimodale, che può gestire non solo il testo ma anche immagini mediche come raggi X e altri tipi di input.

Intelligenza artificiale generativa per supportare la sanità e le scienze della vita

Le cartelle cliniche dei pazienti sono talvolta sparse su più sistemi, rendendo difficile per gli operatori sanitari trovare rapidamente le informazioni di cui hanno bisogno. Oggi, Google Cloud ha introdotto nuove funzionalità di ricerca dell’Intelligenza Artificiale Vertex per aziende del settore sanitario e delle scienze della vita, per aiutare gli utenti a trovare informazioni rilevanti su un’ampia gamma di tipi di dati. Sulle attuali capacità degli strumenti di ricerca, che consentono di cercare molti diversi tipi di documenti e altre fonti di dati, le nuove funzionalità aiuteranno le organizzazioni a trovare informazioni cliniche accurate in modo più efficiente.

Il nostro approccio audace e responsabile

Oltre a parlare di come sosteniamo il settore, il nostro Vicepresidente Senior di Tecnologia e Società James Manyika si è esibito sul palco principale di HLTH per evidenziare il nostro approccio audace e responsabile al nostro lavoro nell’IA e i principi che sottendono il nostro modo di operare.

Ha parlato del potenziale trasformativo dell’IA per migliorare la salute delle persone su scala globale, dal supporto a scoperte scientifiche alla risoluzione di problemi quotidiani per i medici e le persone. Gli ingredienti per rendere tutto ciò possibile includono una vasta competenza che orienta il nostro lavoro tra clinici, informatici, ricercatori, specialisti di equità sanitaria e molti altri. Ci stiamo sfidando continuamente e ci stiamo chiedendo: come possiamo massimizzare il beneficio sociale dell’IA, ma anche essere responsabili e valutare i rischi?

Per trasferire la ricerca dal banco al capezzale, James ha sottolineato come i partenariati siano fondamentali per capire cosa la tecnologia potrebbe e dovrebbe fare. Lavorare a stretto contatto con i partner garantirà che l’IA abbia un impatto positivo sulle persone e sulla società, ad esempio il nostro partenariato con iCAD per implementare globalmente il nostro modello di IA per la mammografia al fine di accelerare la diagnosi del cancro al seno.

Sare audaci non significa muoversi rapidamente. Essere audaci significa fare cose ambiziose che beneficiano le persone. Non abbiamo fretta, ma stiamo correndo per fare le cose nel modo giusto. James Manyika Vicepresidente Senior di Tecnologia e Società

Convenire con esperti del settore

Sappiamo che siamo migliori quando collaboriamo insieme. E quando mettiamo l’equità e l’inclusione al centro del nostro lavoro, otteniamo soluzioni che funzionano meglio per tutti.

Ascoltare e ascoltare le idee, gli approcci e le esperienze degli esperti di tutto il settore può aiutarci a fare le cose nel modo giusto e assicurare che l’IA si sviluppi con la sanità, non contro di essa. Questo è uno dei concetti alla base della serie Dialoghi su Tecnologia e Società di Google, che si concentra sull’impatto della tecnologia, sul suo ruolo nella società e sulla nostra responsabilità collettiva di farla nel modo giusto. Nel nostro ultimo episodio, Greg Corrado, Responsabile dell’AI per la Salute presso Google Research, parla con il Presidente della Mayo Clinic Platform, Dr. John Halamka. Discutono del potenziale a lungo termine dell’IA generativa per la salute, compresi i vantaggi, i rischi, le considerazioni e la collaborazione necessarie per creare un impatto positivo per tutti.

Serie Dialoghi su Tecnologia e Società10:25