Se sei un Data Scientist, devi conoscere le linee guida sull’IA etica

Se sei un Data Scientist, è fondamentale conoscere le linee guida sull'IA etica

Immagine di Don Kaluarachchi (autore)

Se sei fortemente coinvolto nel mondo dei dati, è probabile che tu abbia sentito parlare di Intelligenza Artificiale Etica.

Non è solo un’altra frase aziendale – è molto più importante di così.

Suddividiamola e vediamo perché, come data scientist, dovresti essere consapevole di essa.

Il panorama dell’Intelligenza Artificiale Etica

Immagina di creare algoritmi in grado di predire la prossima grande novità o analizzare grandi quantità di dati.

È fantastico, ma devi interrogarti sul lato etico di tutto ciò.

Non stiamo parlando di macchine con una bussola morale, ma delle decisioni che prendi mentre elabori quei numeri.

Perché dovresti preoccuparti?

Potresti chiederti perché dovresti preoccuparti dell’Intelligenza Artificiale Etica.

Semplicemente, si tratta di fiducia.

Immagina di consegnare i tuoi dati a un sistema guidato dall’IA.

Vorresti che fosse giusto, trasparente e responsabile, o preferiresti che sia una scatola nera di mistero?

Gioco leale nel parco giochi dell’IA

Parliamo un po’ di equità.

Immagine di creativeart su Freepik

I sistemi di intelligenza artificiale, proprio come la tua partita sportiva preferita, devono giocare con correttezza.

La parzialità negli algoritmi può portare a risultati distorti, favorendo un gruppo rispetto a un altro – cosa che non dovrebbe accadere.

È importante ricordare che l’equità non è un lusso, ma un diritto.

Ci sono linee guida disponibili, come i principi di Equità, Responsabilità e Trasparenza nell’Apprendimento Automatico (FAT/ML).

Questi sono dei punti di controllo per garantire che la tua IA non diventi involontariamente un arbitro di parte.

Pertanto, è importante considerarli e usarli correttamente quando si lavora con l’IA.