Carlos Alcaraz vs. I Big 3

Alcaraz vs. Big 3

Un confronto visivo dei dati su come la stella emergente del tennis si confronta con Roger, Rafa e Novak

Foto di Aleksandar Kyng su Unsplash

Sfondo

Da decenni, il tennis maschile è stato sinonimo dei suoi dominanti “big three” – Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic. È stato un’era unica nel tennis, come lo sarebbe in qualsiasi altro sport, con tre dei suoi giocatori più vincenti di tutti i tempi che giocano insieme nella stessa generazione. Tra di loro, i “big three” (mostrati in verde di seguito) hanno vinto 65 dei 82 tornei del Grande Slam dal 2003.

Grafico 1

Tuttavia, con il ritiro di Roger nel 2022, l’attuale assenza di Rafa a causa di un infortunio e la recente sconfitta di Novak contro Carlos Alcaraz in una epica finale di Wimbledon, il passaggio del testimone sembra essere ben avviato.

Mentre il tennis inizia a immaginare un mondo senza i suoi “big three”, i fan ed esperti si sono chiesti se un qualsiasi giocatore potrebbe avere una carriera altrettanto decorata di Roger, Rafa o Novak, vincendo più di 20 tornei del Grande Slam. Un anno o due fa, sarebbe sembrato folle anche solo pensare a una cosa del genere, figuriamoci chiederla ad alta voce.

Con l’incredibile ascesa del ventenne Carlos Alcaraz, numero uno del mondo, il mondo del tennis ha dovuto fermarsi e riflettere. Oggi è meno controverso intrattenere quel pensiero. Come appassionato di tennis, avrai probabilmente visto molti commenti e coperture mediatiche che confrontano Carlos con i “big three”. Tuttavia, pochi, se non nessuno, di questi dibattiti hanno confrontato le performance di Carlos fino a questo punto con quelle dei “big three” in una fase iniziale simile della loro carriera. Confrontare il livello di Carlos nella sua decima partecipazione al tabellone principale di un Grande Slam con quello di Novak nella sua 71a, sebbene sia eccitante farlo, non è un quadro completo.

Fonte dei dati e ambito dell’analisi

Come appassionato di tennis e professionista dei dati, sono stato desideroso di vedere un confronto più equo, confrontando le prestazioni dei giocatori in punti simili delle loro carriere. Fortunatamente, è stato possibile fare un’analisi del genere grazie a tutto il grande lavoro che Jeff Sackmann ha svolto nel rendere disponibili i dati sui match ATP di livello tour tramite il suo repository GitHub tennis_atp. Questo repository e, più in generale, il suo GitHub, sono ottime risorse per chiunque sia interessato all’analisi del tennis. Con accesso a questi dati e con un’analisi in Pandas e Matplotlib, possiamo sviluppare una prospettiva più approfondita su come la carriera iniziale di Carlos si confronta con quella dei “big three”.

Ci concentreremo specificamente sui tornei del Grande Slam e sui tornei Masters 1000, le due categorie di tornei più ambiti, e amplieremo il confronto includendo i primi dieci giocatori anziché limitarlo solo a Carlos. Questo aiuterà a fornire un contesto e una prospettiva aggiunti alle prestazioni.

Per iniziare, ecco un confronto attuale sul numero di tornei del Grande Slam e Masters 1000 vinti dai “big three” e dai primi dieci giocatori classificati attualmente (al 17 luglio 2023).

Grafico 2

L’unica cosa che possiamo affermare con certezza da questo è che il divario attuale tra i “big three” e i primi dieci è piuttosto grande. Sarebbe utile capire il percorso che Roger, Rafa e Novak hanno percorso per arrivare dove sono.

Confronto tra i percorsi

Per fare ciò, confrontiamo i percorsi dei giocatori nelle due principali categorie di tornei indicate sopra. Inizieremo con i tornei Masters 1000 per poi passare ai Grand Slam, che sono di fondamentale importanza.

Masters 1000

La tabella sottostante rappresenta il percorso dei tre grandi e altri sette giocatori della top ten di oggi che hanno vinto almeno un torneo Masters 1000. L’asse x rappresenta il numero di tornei Masters 1000 giocati (dalla fase principale in poi), mentre l’asse y rappresenta il numero di tornei Masters 1000 vinti. Più alta è la linea di tendenza del giocatore in un determinato punto, migliore è la sua performance fino a quel punto.

Grafico 3

Lunghezza e successo costante dei tre grandi emergono immediatamente, con ciascun membro del trio che ha giocato più di 120 tornei Masters 1000 e vinto ben oltre 20 titoli ciascuno. Tuttavia, per questa discussione, concentriamoci sul quadrante in basso a sinistra evidenziato sopra, concentrandoci sul confronto tra due giocatori eccezionali e i tre grandi.

Grafico 4

Daniil Medvedev ha vinto sei titoli Masters 1000, il maggior numero tra i giocatori attuali della top ten (escludendo Novak). È stato più lento ad iniziare rispetto a Rafa e Novak, vincendo il suo primo titolo Masters 1000 alla sua 21ª apparizione. Con sei titoli in 42 tornei, attualmente si trova leggermente avanti rispetto a Novak a questo stadio e a pari merito con Roger.

La vera sorpresa, però, è Carlos Alcaraz. Con il suo primo titolo Masters 1000 ottenuto alla sua settima apparizione, Carlos è stato più rapido dei tre grandi nel raggiungere questo traguardo. Dopo aver disputato 16 tornei Masters 1000, è in cima alla classifica insieme a Rafa con quattro titoli e molto avanti rispetto a Novak (2) e Roger (0) a una fase simile.

Grand Slam

Vediamo se queste tendenze si confermano anche sul palcoscenico più importante, ossia i Grand Slam. Carlos e Daniil sono gli unici giocatori della top ten, oltre a Novak, ad aver vinto un Grande Slam. Confrontiamo i loro percorsi nei Grand Slam con quelli dei tre grandi di seguito.

Grafico 5

Daniil, con un solo titolo del Grande Slam in 25 apparizioni, è ora leggermente indietro rispetto a Novak (2) e molto dietro Roger (5) e Rafa (8). Nel frattempo, Carlos ha iniziato con grande slancio, vincendo due titoli del Grande Slam ben prima che Novak e Roger conquistassero il loro primo.

Dato che ci sono solo quattro tornei del Grande Slam ogni anno, il set di dati a livello di torneo per i Grand Slam è piuttosto limitato per i giocatori all’inizio della loro carriera. Pertanto, per ottenere ulteriori informazioni sulle prestazioni nei Grand Slam, aumentiamo la granularità dei dati, passando da un livello di torneo a un livello di partita.

Nel grafico sottostante, l’asse x rappresenta il numero di partite del Grande Slam giocate (dalla fase principale in poi), mentre l’asse y rappresenta il numero di partite del Grande Slam vinte.

Grafico 6

Questa visualizzazione ci dà un’idea di quanto profondamente i giocatori sono arrivati nei tornei a eliminazione diretta del Grande Slam. Dopo 44 partite del Grande Slam, Carlos è in cima alla classifica insieme a Rafa con 36 vittorie e sarà da solo al vertice se vincerà la sua partita del primo turno agli US Open di quest’anno.

Conclusione

Dai dati sopra esposti, è chiaro che Carlos Alcaraz è un fenomeno assoluto. Il suo caso è ancora più convincente se consideriamo l’età come fattore. Diamo uno sguardo al numero di Masters 1000 e tornei del Grande Slam vinti da ciascuno di questi giocatori prima di compiere 25 anni.

Grafico 7

In quanto il più giovane numero uno al mondo nel tennis maschile a 19 anni, e con due titoli del Grande Slam e quattro Masters 1000 a soli 20 anni, Carlos ha una lunga strada davanti a sé.

Ma, come per la maggior parte dei grandi di tutti i tempi, ciò che è veramente speciale dei “big three” è quanto a lungo sono stati così grandi. Se Carlos riesce a rimanere in salute e a continuare a essere dominante come lo è oggi mentre gli assi delle x in questi grafici si estendono torneo dopo torneo, anno dopo anno, i “big three” potrebbero dover fare un po’ di spazio.

Grazie per aver letto!

Fonte dei dati: Sackmann, Jeff. Repository GitHub: https://github.com/JeffSackmann/tennis_atp